17 dic 2011

Tradizioni Natalizie Romene - Foto

La gioia di Natale comincia poco prima del 25 dicembre, nel giorno di Sant'Ignazio (20 dicembre) quando viene ammazzato il maiale. La preparazione dei cibi a base di carne di maiale per le feste e dopo le feste è un'occasione di allegria, di lavoro condiviso con i parenti e gli amici, quasi un antico rito. Nella notte del 24 dicembre le strade sono piene di gruppi di giovani (e non solo) che si spostano da una casa all'altra cantando. I canti natalizi (“colinde”) sono testi epici rituali che evocano i momenti centrali della Nascita di Gesù Bambino. I gruppi sono ricompensati da chi li riceve con frutta, dolci tradizionali, vino o grappa e, a volte, con soldi.
 
 
I canti natalizi sono presenti anche presso altri popoli e si pensa che sia un'usanza del periodo conseguente al processo di romanizzazione. Un'altra tradizione natalizia è andare per le strade con una capra addobbata - rito che ha a che fare con l'augurio di un anno più ricco (specialmente per il gregge). Gli antichi consideravano la capra come l'animale che può indicare attraverso il suo comportamento se il tempo sarà buono oppure cattivo. In origine, il “gioco della capra” era un cerimoniale grave, di culto. Poi si è trasformato diventando un rito della prosperità e una buona occasione per presentare costumi tradizionali, tappeti, asciugamani decorati e molto colorati. Il gioco è accompagnato da canti e versi declamati in modo molto teatrale.
 
 
Il viaggio dei  tre magi, accompagnati dalla stella cometa, verso il luogo dove nacque Gesù viene ricordato da gruppi di ragazzi, specialmente tra 7 e 14 anni, che, la vigilia di Natale, vanno da una casa all'altra cantando e portando una grande stella di legno, ricoperta di carta colorata e con ramoscelli di abete.
Un'altra tradizione natalizia romena è il gioco dell'aratro (“Plugusorul”), in cui i giovani vanno di casa in casa con l'aratro, simbolo di fertilità, declamando versi augurali di ricchezza e di raccolti abbondanti per il nuovo anno. Quest'usanza dà tanta gioia, ritmo e colore alle feste natalizie, ricordando anche l'antico mestiere del popolo romeno: l'agricoltura.
Tutte queste usanze reiterano un tempo storico e spirituale dei romeni, collegando il presente di festa ad una dimensione sacra, alla Luce.



 
 Guarda più foto di Tradizioni Natalizie Romene su 

1 Comentário:

Daliana Pacuraru ha detto...

Thank you!

Posta un commento

Tutto sulla Romania © 2008 Template by Dicas Blogger.

TOP